DIRETTORE ARTISTICO

Paolo Golser, in coppia con Donatella Zampiero siete direttori artistici da ormai quindici anni di Trentino Danza Estate. Quali sorprese avete preparato per questa edizione numero diciassette?

Grazie alla crescita qualitativa di questa manifestazione e alla sinergia avuta dal punto di vista dell’organizzazione logistica curata da Flavio Delvai e da tutto lo staff di Trentino Danza Estate, noi ci siamo occupati del lato artistico, l’associazione di quello turistico con grande entusiasmo e con ottimi risultati. In questo senso possiamo dire di essere riusciti a fra nascere una manifestazione il cui obiettivo principale, ovvero quello di formare giovani talenti nelle diverse discipline della danza, è stato raggiunto. Abbiamo ospitato in quindici anni i più grandi coreografi e insegnati di danza attivi a livello internazionale sia come docenti che come direttori di compagnie e a loro volta organizzatori di eventi legati alla danza.

Tra le tanti soddisfazioni c’è anche quella di avere prodotto insieme alla Provincia di Trento il musical “Svegliati e sogna” giusto?

Si nel nostro cuore quella esperienza, che risale ormai al 2011, rimane indimenticabile. Abbiamo avuto la collaborazione di Rossana Casale, oggi tra i maestri di X Factor,  che oltre ad essere in scena aveva curato  la parte musicale insieme a Emiliano Begni. Senza contare poi il grandissimo contributo dato da Gianluca Ferrato che come attore e regista ci segue da anni partecipando a Trentino Danza sin dalle prime edizioni come docente del corso di musical.
La regia era stata affidata a Marco Mattolini, le coreografie a Donatella Zampiero i costumi a Chiara Defant. Il cast di giovani ballerini e cantanti era stato selezionato in tutta Italia e vantava nelle sue fila giovani artisti trentini.